LA NOSTRA FILIAZIONE

Il decimo giorno del mese di dicembre dell’anno 2011 E.·. V.·., 6011 di Vera Luce, è stato regolarmente consacrato il Sovrano Gran Santuario Harmonius.
La bolla di fondazione del Sovrano Gran Santuario è stata emessa dal Gran Maestro Mondiale del Sovrano Santuario Internazionale, in successione diretta da Constant Chevillon, Charles Henri Dupont, Robert Ambelain e Gerard Kloppel, già Gran Jerofanti mondiali del Rito Antico e Primitivo di Memphis-Misraim.
Con successiva Bolla, il Presidente del Sovrano Gran Santuario è stato elevato al 98° grado. Di entrambe le Bolle è disponibile l’originale negli archivi del nostro Venerabile Rito.
Con Decreto n. 1 dell’A.·.V.·.L.·. 6011, 3305 di Luce Egizia, il nuovo Sovrano Santuario è stato intitolato al Fr.·. Constant Chevillon, Gran Maestro Passato del Rito Antico e Primitivo di Memphis-Misraim per la Francia, ed ha assunto la denominazione di HARMONIUS, in onore al suo nome iniziatico.
Quattro anni dopo, nel corso dei lavori del 2° convento nazionale della Gran Loggia, 4° convento del Grande Oriente Egizio di Memphis e Misraim, svoltosi da venerdì 16 a domenica 18 ottobre 2015 dell’era volgare, dinanzi ad oltre 50 Fratelli presenti, sono state adottate numerose deliberazioni, approvate all’unanimità. La più importante concerne la revoca dell’affiliazione al al Sovrano Santuario Internazionale, decisa a seguito della costituzione, all’interno del territorio della Repubblica, di una nuova Gran Loggia egizia da esso promanante.
Tale decisione, del tutto incomprensibile, è stata valutata per ciò che era: una violazione di numerosi articoli delle Grandi Costituzioni del Rito, che come è noto prevedono un Sovrano Santuario ed un Gran Maestro Nazionale per ogni Stato.
La vita dell’Ordine e del Rito è proseguita ugualmente, e con forza e vigore.
In seguito, poiché l’Altissimo non manca di soccorrere gli uomini di desiderio, sono pervenute al nostro Grande Oriente Egizio di Memphis e Misraim altre due successioni, una delle quali promana dal Sovrano Santuario di Scandinavia, in filiazione Yarker – Bogrund e l’altra, discende invece dal Gran Jerofante del Sovrano Gran Santuario Italico; di entrambe abbamo le patenti sottoscritte nei nostri archivi, e di quest’ultima, che è stato per noi un un onore e un privilegio ricevere, diamo conto approfonditamente nel paragrafo che segue, opera del Fr.·. Seth.


Breve storia del Rito Orientale e Mediterraneo di Misraim e Memphis in Italia dal 1945 ad oggi

di Seth

L’Antico e Primitivo Rito Orientale di Misraim e Memphis è il risultato della rielaborazione intima del Rito di Misraim o Egiziano, risorto regolarmente a Venezia nel 1801, e del Rito di Memphis o Orientale, sorto nel 1839 a Parigi, su una nomenclatura che rielabora i gradi del Misraim introducendovi iniziazioni e rituali di tipo Orientale: si noti che si tratta di una unificazione diversa da quella promossa da G. Garibaldi, come si può notare dalla primazia riconosciuta al Rito di Misraim su quello di Memphis. Come insegna il Fr:. Aldebaran il Rito di Misraim, già fondato nel 1788 grazie a Cagliostro, riappare a Venezia nel 1801 ad opera del Filalete Abraham (il barone Tassoni di Modena?) e, dopo alterne vicende, si assonna per riapparire nel 1848 con la proclamazione della Repubblica Veneta. Si sarebbe in effetti quasi subito assonnato per riapparire nel 1865, restando in attività fino al 6 aprile 1867. Il 20 aprile 1867, la Suprema Potenza del Rito, riunitasi a Venezia, promulgava il seguente documento:

Gloria a l’Onnipotente
E M E T
Rispetto all’Ordine
SUPREMA POTENZA

Dall’Oriente del Supremo Gran Consiglio Generale dei Sovrani Gran Maestri Assoluti dell’Ordine di Misraïm e delle sue quattro serie, 90° e ultimo grado, sedente nella Valle della Laguna Veneta sotto il punto fisso della Stella polare a 45° 26’02’ N. 12° 20’33’ E., il 20° giorno del IV mese dell’anno V.L. 5863.

A tutti i massoni regolari

SALUTO su tutti i punti del triangolo

Vi rendiamo noto che il Supremo Gran Consiglio Generale del 90° e ultimo grado del Rito di Misraïm, Potenza Suprema per l’Italia e Universale, ha deciso nella sua assemblea generale e straordinaria del 19° giorno del IV mese dell’anno V.L. 5863 (A.D. 1867) di porre in sonno, in Italia, il Rito nelle sue 4 serie e nelle sole prime 16 Classi e 86 gradi, e ciò fino a quando il risveglio di dette Classi e gradi sarà ritenuto necessario o opportuno dalla Suprema Potenza e, per essa, dal suo Supremo Gran Conservatore. è per questo costituito un triangolo di tre Gran Conservatori nelle persone dei sublimi fratelli Giuseppe Darresio 90°, Antonio Zecchin 90° e Luigi Della Migna 90°, affinché provvedano, quando sarà il momento opportuno, a passare i supremi poteri conservatori dell’Ordine e del Rito a quel fratello che riterranno più degno perciossiacosaché la continuità della trasmissione dei poteri sia mantenuta AB AETERNUM. In virtù di queste decisioni il Supremo Gran Consiglio dei Sovrani Gran Maestri Assoluti del 90° e ultimo grado del Rito di Misraïm (seu Aegypti) dà ai predetti Ill.mi e Pot.mi fratelli Giuseppe Darresio, Antonio Zecchin e Luigi della Migna i pieni poteri per la nomina del Supremo Gran Conservatore dell’Ordine e del Rito.

Dato nella Valle della Laguna Veneta il XX giorno del IV mese dell’Anno 5863 di Misraïm.

Il Supremo Gran Conservatore
– Giovanni Pallesi d’Altamura 33.66.90
– Giuseppe Darresio 33.66.90 Locus
– Antonio Zecchin 33.66.90 sigilli (in ceralacca)
– Luigi della Migna M.T. 33.66.90

Il documento porta sul suo retro le firme dei Supremi Gran Conservatori succedutisi negli anni che vanno dal 1867 a tutt’oggi.
Con atto che si riporta di seguito, il primo giorno del mese di Phemenot dell’anno di Vera Luce 5941, l’allora Supremo Gran Conservatore Marco Egidio Allegri 90° procedeva al risveglio:

“Nell’anno 1867 di Era volgare l’Ordine del Tempio, lingua italica, ponendo in sonno la Suprema Potenza del Rito Egiziano sedente a Venezia, costituiva i tre Gran Conservatori del Rito stesso nelle persone dei Sublimi fratelli Giuseppe Darresio 90°, Antonio Zecchin 90° e Luigi della Migna 90°. Da questi i poteri erano passati al Pot.mo Supr. Gran Conservatore Alberto Francis 90° il quale, a sua volta, li passava al Sub. Luigi Boselli 90°.
Da questi i poteri erano passati al Pot.mo Marco Egidio Allegri promosso a vista Gran Conservatore 90°.
In conformità a tali prerogative, avvalendosi dei poteri di cui agli articoli 14 e 15 degli Statuti (Titolo III, Sezione 1), il primo giorno del mese di Phemenot dell’anno di V.L. 5941 Noi Marco Egidio Allegri 33° del Rito Scozzese, 33.95 del Rito di Memphis, Gran Maestro a vita dell’Ordine di Misraïm e Supremo suo Gran Conservatore, abbiamo deciso il suo risveglio e l’erezione del Sovrano Consiglio Generale del 90° e ultimo grado, Potenza Suprema dell’Ordine e del Rito, stabilendone l’unione al Rito di Memphis e chiamando i seguenti Chiarissimi e distinti fratelli a farne parte: […] (seguono i nomi di undici persone)”.

Per quanto riguarda il Rito di Memphis in Egitto e a Palermo e la sua fusione col Misraim veneziano, la cronistoria è stata così tramandata:

  • 1839 – Il Rito di Memphis appare a Parigi a cura del Grande Jerophante Etienne Marconis de Negre in 92 gradi.
  • 1856 – Costituzione ad Alessandria di un Sublime Consiglio dell’Ordine sotto la denominazione di Grande Oriente d’Egitto. La Carta stabilita da Marconis dà tutti i poteri per costituire un Sovr:.Sant:. Il Gran Maestro ne è il marchese Joseph de Beauregard.
  • 1862 – Il Il Rito è assorbito dal Grande Oriente di Francia, che riduce i gradi fino a 33.
  • 1867 – Creazione, in piena legittimità, sotto la Grande Maestria del Principe Halim Pascià di un Sovr.·.Sant.·. e Supremo Governo dell’Ordine di Memphis. Il Sovr.·.Sant.·. francese si era dissolto.
  • 1868 – Morte di Marconis.
  • 1869 – Messa in sonno del Rito in Egitto dopo la condanna all’esilio del Gran Maestro.
  • 1870 – Risveglio del G.·.O.·. d’Egitto da parte di S. A. Zola.
  • 1874 – (11 gennaio) Zola è elevato al titolo di Gran Jerofante al posto di Marconis.
  • 1876 – Fondazione di una Grande Loggia Simbolica, la Grande Loggia Nazionale d’Egitto. Il 25 ottobre, Zola conferisce i 95° e 96° gradi a Giuseppe Garibaldi e lo nomina Gran-Maestro d’onore ad vitam del Sovr:.Sant:. d’Egitto. Il Grande Oriente di Palermo, che voleva assicurare la continuità del Rito, concede una patente al Grande Oriente d’Egitto confermante quella accordata nel 1856 da Marconis. Il 15 novembre, il G:.O:. d’Egitto rilascia a Salvatore Sottile, Gran Maestro a Palermo, una carta costitutiva di un Sovrano Consiglio Generale amministrativo dell’Ordine di Memphis per l’Italia e la valle di Palermo.
  • 1877 – La Grande Loggia Nazionale d’Egitto diventa indipendente, ma lascia al G:.O:. d’Egitto l’amministrazione dei gradi simbolici del Rito di Memphis.
  • 1880- Posa in sonno del Sovr:.Sant:. d’Egitto; i lavori proseguono tuttavia nel Grande Tempio Mistico.
  • 1881- Giuseppe Garibaldi viene proclamato da Gianbattista Pessina Grande Jerophante del suo Memphis Riformato e del suo Misraim Riformato. Alla proclamazione partecipano i Santuari degli Stati Uniti, dell’Inghilterra ed Irlanda, e della Romania, oltre quelli del Pessina. Il Grande Oriente d’Egitto contesta la legittimità di questa Proclamazione che riconosce soltanto a Zola.
  • 1883 – Il Grande Jerophante Zola si dimette e nomina Ferdinando Francesco delli Oddi come successore.
  • 1890 – (15 giugno) – Salvatore Sottile risveglia il Rito di Memphis a Palermo e diventa Gran-Maestro del Sovrano Santuario per l’Italia. Gli succederanno, nel 1900 Salvatore Mortorana, nel 1901 Paolo Figlia, nel 1903 Benedetto Trigona, nel 1921 Reginald Gambier Mac Bean.
  • 1900 – (30 maggio) – Delli Oddi è riconosciuto Gran Gerofante dai Sovr:.Sant:. degli Stati Uniti, dell’Inghilterra ed Irlanda, della Romania, dell’Italia, della Spagna e d’Egitto.
  • 1906 – Il Rito è posto in sonno.
  • 1921 – Risveglio del Rito di Memphis a Palermo attraverso i tre Patriarchi Giuseppe Sullirao, Giovanni Sottile e Gambier Mac Bean. Mac Bean diventa Gran Maestro Generale per l’Italia e sue dipendenze.
  • 1923 – (23 settembre) – Mac Bean dà i pieni poteri attraverso una patente a Marco Egidio Allegri per ‘l’instaurazione attuale e nei tempi a venire degli organismi massonici che le difficili contingenze permetteranno sulle terre di Venezia e di Lombardia. Il Pot.mo F:. Marco Egidio Allegri, 33.95, Conservatore ad vitam, veniva in sostanza incaricato, con patente del Rito di Memphis – Sovrano Santuario di Palermo, firmata dal Sov:.Gr:. Maestro Generale Rg. Mc Bean 33.96, del Gran Segretario gen. Tom Virzi 33.95 e del Gran Cancelliere gen. F. Benintende 33.95, della instaurazione attuale e nel tempo avvenire di quei Corpi massonici che le difficili contingenze consentiranno nella lingua del Veneto e della Lombardia’.
  • 1925 – Il Pot.mo F:. Marco Egidio Allegri, 90° del Rito di Misraim, diviene come detto Potenza Suprema dello stesso Rito, di cui i primi 86 gradi erano in sonno. Non potendo risvegliare i gradi che erano in sonno a causa della legge fascista che proibiva in Italia la Massoneria, ed essendosi in quell’anno messo in sonno anche il Rito di Memphis – ramo Palermo -, il Pot.mo F:. M.E. Allegri iniziò il suo lavoro per l’unificazione dei due Riti in uno, in attesa di tempi più favorevoli per l’attivazione.
  • 1934 – Fondazione della F.U.D.O.S.I. – Accetta come unica eccezione il Rito Antico e Primitivo di Memphis-Misraim, che è stato riconosciuto come un ordine spirituale, non riconosciuto da altre Obbedienze Massoniche
  • 1945 – Egidio Allegri unifica i due riti e crea il Rito Unito di Misraim e Memphis, stabilisce il Sovrano Gran Santuario, il tempio Mistico Sovrano, il Concistoro dei Gradi 30° e 90° e i gradi del Peristilio Orphico (Capitolo degli Orfei).
  • 1949 – M. Egidio Allegri passa alla Grande Piramide Eterna e nomina Ottavio Ulderisco Zasio quale suo successore.
  • 1966 – Ottavio Ulderisco Zasio passa alla Grande Piramide Eterna e nomina Gastone Ventura suo successore .
  • 1971 – Gastone Ventura Risveglia il Rito in tutte le sue Camere.
  • 1981 – Gastone Ventura passa alla Grande Piramide Eterna e nomina Sebastiano Caracciolo suo successore.
  • 2013 (4 aprile) – Passaggio alla Piramide Eterna di Sebastiano Caracciolo, Grande Hyerophante Generale e Sovrano Gran Maestro. Gli succede un Fratello, ma la successione è contestata. In ogni caso il R.mo Rito di Misraim e e Memphis, prosegue nel proprio percorso. Contemporaneamente un Fratello francese, amico del Caracciolo fino al suo Passaggio alla Piramide Eterna, esibisce una lettera di successione autografa a suo favore. Seguono due scismi.

Sempre nel 2013 SETH 33.90.97° che per espressa volontà di Sebastiano Caracciolo è rimasto “incognito” – forte di patenti e brevetti autografi, nonché di numerosi rituali e scritti contenenti precise indicazioni ed istruzioni autografe, lasciategli in vita dal Caracciolo nell’anno 2010, costituisce la Grande Piramide del Rito di Misraim e Memphis, attivandolo con una propria denominazione, nettamente distinguibile da altre e secondo le sopra citate istruzioni ed indicazioni autografe, contenute nei documenti lasciati nel 2010 dallo Jerofante Sebastiano Caracciolo.
La documentazione sopra menzionata è stata debitamente periziata e rogate con atto notarile, contenente altresì la “Trasmissione del Complesso dei Poteri della Jerophania”, copia dell’excursus storico da me vergato per iscritto e che qui è riprodotto solo parzialmente.
Nel novembre del 2013, confortato dal parere di alcuni P.mi Fratelli 33.90.95 già membri del Sovrano Gran Santuario ed ora membri del Sovano Gran Santuario Italico, ho accettato da quest’Ultimo la Trasmissione dei Poteri della Jerophania e l’incarico di Elevare la Grande Piramide del Rito di Misraim e Memphis, nei due emisferi terrestri, suffragato da quanto scritto nei documenti e plichi a me inviati dal Medesimo. Per l’effetto, ho costituito il R.mo Rito Orientale e Mediterraneo di Misraim e Memphis, incardinandoVi il Sovrano Gran Santuario Italico e l’Ordine Martinista Romano ed evitando di utilizzare per il Rito i termini “Antico e Primitivo” così come espressamente a me indicato, dal compianto Pot.mo e Serenissimo Fr. Sebastiano Caracciolo.

Specifico che nulla ho a commentare in relazione ad “altri” – sedicenti discendenti – del Rito di Misraim e Memphis – Zenit di Venezia, poiché ho già determinato di perpetrare la “Linea” originaria di Quel V.mo Rito, nel Nostro Sovrano Grande Santuario Italico, così come mi è stato indicato e concesso, per quanto dianzi spiegato.
Ritenendo che nessuno su questa terra sia eterno e memori delle singolari e speciose vicende che hanno sempre afflitto le “successioni” del Nostro V.mo Rito, Il 6 maggio 2016 di e. v. XVIII° giorno del mese di Tyhi anno 000 000 000 di Luce Egizia, abbiamo trasmesso ritualmente e con Nostri scritti e patenti olografe, al Ser.mo Fr:. Akira il Grado 33. 90. 95° di Principe Patriarca Gran Conservatore e le patenti di Trasmissione del “Complesso dei Poteri” derivanti dalla Nostra Jerophania, nonché il Grado 33.66.90° e 33.90.97°.
Il Ser.mo Fr:. Akira, che ha accettato tale Nostra Trasmissione, ha giurato di conservarla integra in conformità con i Propri Poteri: egli può quindi legittimamente fregiarsi di tali Gradi e Titoli, avvalendosene per la costituzione del proprio Sovrano Santuario del V.mo Rito di Misraim e Memphis; fatto per altro già avvenuto, poiché Egli in virtù di tali poteri ha appunto effettuato la costituzione del Sovrano Gran Santuario “Harmonius”.
Che il Supremo Artefice dei Mondi ci assista.


Pertanto, il nostro Venerabile Rito contiene ora nel proprio deposito iniziatico anche la successione di Venezia del Rito Orientale e Mediterraneo di Misraim e Memphis, ed ha conseguentemente aggiunto tale denominazione a quella già in essere, che è stata registrata nelle sedi opportune dal Rito Orientale Mediterraneo di Misraim e Memphis – Sovrano Gran Santuario Italico, nonchè dal Sovrano Gran Santuario Harmonius.

patente
Torna su